Breve presentazione della zona in formato RealVideo (6.26MB)

Per scaricare Real Video Player cliccare qui.

Il paese di villeggiatura Freiamt nella Foresta Nera per la sua posizione centrale è luogo di partenza ideale per le Vostre escursioni nella Foresta Nera, nella zona soleggiata del Kaiserstuhl, nota per i suoi vitigni, il Lago di Costanza, nella vicina Svizzera oppure nella Francia (Alsazia).

Siamo situati nella regione d'avventura Europa-Park

Europapark

La zona dei tre confini - Germania del Sud, Svizzera e Francia - offre tantissime possibilità per escursioni.

Vi aspettano bellezze naturali, luoghi e monumenti storici, la città di Freiburg con la sua importante cattedrale. Se volete divertirvi, visitate il parco divertimenti Europapark Rust, ricco di attrazioni e situato a mezz'ora di macchina dall'Hotel Hubertus.


100 km di sentieri per escursionisti !

Il modo migliore di esplorare la zona è a piedi. Sentieri escursionistici contrassegnati, che si estendono lungo 100 km e partono direttamente dall' Hotel Hubertus, consentono di toccare con la mano un paesaggio naturale e culturale unico!

 


Nelle vicinanze: Le cascate più alte della Germania

Il rumore dell'acqua è sempre presente a Triberg. Le cascate formate dalle acque del torrente Gutach sono alte 163 metri e rappresentano uno spettacolo naturale mozzafiato. Lungo il percorso naturalistico, i tabelloni tematici illustrano flora e fauna locale e presentano le caratteristiche del paesaggio delle cascate. Il luogo è ideale per osservare gli animali, soprattutto scoiattoli.

Cenni storici

Chi osserva la carta del comune attuale, nato nel 1971 dall'unione di Freiamt e Ottoschwanden, nota come prima cosa le sue dimensioni. Con più di 5 000 ettari di terreno -di cui quasi la metà coperta dal bosco - è uno dei più grandi comuni del Baden-Württemberg. Attualmente ha più di 4 000 abitanti. Molto vario è anche il rilievo del paesaggio, scolpito da diverse formazioni rocciose. Si alternano vasti altipiani, valli profondamente intagliate ed ampie vallate circondate dai monti. A est, dove è situata la nostra casa Pflingsteck, il territorio sale fino al massiccio del "Hünersedel" a 744 m.
Altro elemento di spicco del paesaggio è la grande quantità d'insediamenti piccoli e minuscoli: paesi, borghi e fattorie (i geografi lo chiamano "Streusiedelgebiet", zona di insediamenti sparsi) che probabilmente risalgono all'attività di disboscamento iniziata prima del 12. secolo e continuata fino al 13. secolo, da sudovest verso il nordest partendo dai bordi. Il nome "Freiamt" significa che qui è stato unito un territorio legato da uno status comune. Effettivamente questa denominazione collettiva è nata tra il 15. e il 16. secolo (prima documentazione nel 1528) ed è correlato con il governo locale dei margravi del Baden nella valle del Brettenbach, sviluppatosi dalla concorrenza con altre potenze locali. La famiglia nobile dei von Keppenbach (sono conservati solo i resti del loro castello distrutto nella rivolta dei contadini nel 1525) è documentata dal 1261 al 1460, con possedimenti soprattutto nei dintorni del paese a cui hanno dato il nome, e la valle Brettenbach. Nelle vicinanze il monastero di Tennenbach iniziò con il disboscamento e la bonifica dei terreni, e con il susseguirsi di compravendite e donazioni raccolse un patrimonio considerevole: all'inizio del 19. secolo erano proprietari di ben trenta fattorie feudatarie nel "Freiamt". Anche se il monastero aveva più possedimenti, i margravi di Baden poterono affermare il loro governo sull'intero territorio dell'Amt. Un ruolo importante ebbero i molteplici diritti individuali, soprattutto l'alta e la bassa giurisdizione ed il patrocinio sui signori di Tennen e Keppenbach (uomini liberi e servi della gleba ). Ottoschwanden, documentato la prima volta nel 1275, prese il nome dall'insediamento ("schwand=radura) di un certo Oto, era zona di espansione alto-medioevale come il "Freiamt", urbanizzata probabilmente da Kenzingen come sembrano dimostrare i possedimenti del monastero alsaziono Andlau che nel 1344 sono andati ai duchi di Hachberg ad Ottoschwanden e dopo in eredità a Baden.
Le quattro parocchie esistenti durante il medioevo furono riformate da Baden. Le chiese si trovano a Keppenbach (1746), Brettental (1720), a Reichenbach nel 18. secolo, a Ottoschwanden (torre del 13. secolo, navata del 1737), e a Mussbach (1899).

CREDITI